Natale, tempo di...


Quanno nascette Ninno a Betlemme
era notte e parea miezzejuorno
mai le stelle lustre e bbelle
se verettere accussì
e a cchiu lucente
jette a chiammà li Mage all'Uriente.
Nun v'erano nimice ppe la terra
la pecora pasceva cc'o lione
e o crapetto se verette
cc'o liupardo pazzià
l'urso e o vetiello
e pure lu vambace e o pecuriello


(canto tradizionale napoletano, cfr. Nuova Compagnia di Canto Popolare, "Cicerenella", Dischi Ricordi, 1972)


Natale tempo di serenità, ed il ricordo di una notte incantata diviene favolosa esaltazione di una pace universale in cui l'inverosimile diviene realtà.


indietro Pagina inserita nel 2000 - Ultima modifica 29.03.2015 pagina successiva

Gruppo di studio e ricerca Felitto.Net
Vai alla Home Page di www.felitto.net
Valid HTML 4.01 Transitional