1932 - Lewis Amedeus Ondis, Phonology of the Cilentan dialect


 

      Facci re no priessico jorito,

come te crisci bello spampanato.

Quanno facivi l'amore co mmico

ieri cchiu russo tu ca no granato.

Mo ca no ffai cchiu l'amore co mmico

tu fai lo malepil'e stai malato.

Si vuoi tornar ngrazzia co mmico

lassa l'amecizzia nova c'ai pigliato.

 

 

 

Studio già di per sè interessante sul dialetto cilentano, lo diviene ancora di più per la vicenda personale dell'autore. Lewis Amedeus Ondis (1894-1987) nasce in realtà come Luigi Amedeo Ciuccio, figlio di emigranti cilentani di Cicerale che avevano, come tanti, cercato fortuna in America.
Rientrato in Italia con i genitori, si fece a sua volta tentare dal sogno americano, e riattraversò l'oceano alle soglie dei diciotto anni. Un sogno concretizzatosi in una lunga vita ed una brillante e rispettata carriera di insegnante della Columbia University nell'Ohio.

 

 

Il testo di L.A.Ondis è stato stampato in edizione italiana a cura del prof. Giuseppe Galzerano, per i tipi della sua casa editrice in Casalvelino Scalo, nel 1996.


pagina inserita nel 2000 - ultimo aggiornamento 20.09.2014 Valid HTML 4.01 Transitional

Gruppo di studio e ricerca Felitto.Net